Anghiari

Il castello di Anghiari, ricordato per la prima volta in un documento del 1048, fu dapprima sottoposto alla consorteria longobarda dei conti di Galbino e Montedoglio e nel 1104 il luogo venne donato da Bernardino di Sidonia, signore di Anghiari, ai Camaldolesi con l’obbligo di fondarvi un’abbazia: il monastero di San Bartolomeo apostolo. Intorno ad esso, in seguito, si sviluppò il centro abitato.

Il 29 giugno 1440 la pianura antistante Anghiari fu teatro di una famosa battaglia, passata alla storia appunto come battaglia di Anghiari tra l’esercito fiorentino, alleato della Santa Sede e comandato da Giovanni Paolo Orsini, e quello del duca di Milano, condotto da Niccolò Piccinino. La battaglia durò un giorno e fu vinta dai Fiorentini, che consolidarono così i loro domini in Toscana.

In segno di esultanza per la vittoria, fu stabilito di perpetuare il ricordo con un Palio, corso da uomini a piedi dal luogo dove avvenne la battaglia. Nel 1503 la Signoria di Firenze, con a capo il gonfaloniere Pier Soderini, si rivolse a Leonardo da Vinci per raffigurare nella Sala del Consiglio di Palazzo Vecchio una pittura murale raffigurante la battaglia.

Sfortunatamente il processo di essiccazione innovativo testato da Leonardo distrusse buona parte dell’opera. Di quest’ultima restano alcuni disegni del Maestro ed alcune copie (eseguite da pittori del tempo) della parte centrale, ovvero la lotta per lo stendardo, di cui una fra le più note è quella di Rubens oggi al Museo del Louvre.

 

 

Contatti

Residenza d’epoca B&B
“Palazzo Magi”
Via XX Settembre 160,162
52037 Sansepolcro (AR)
Tel.: +39 0575 740477
Fax: +39 0575 741095
e-mail: info@palazzomagi.it

TripAdvisor Reviews

"La struttura è splendida, un palazzo d’epoca vero, non solo di nome. Nella via centrale del borgo ma comunque comodissimo da raggiungere con due passi a piedi dal parcheggio gratuito".

Jodie_Lu

Richiedi informazioni e prenota